“Elisa, uccisa per amore”. UCCISA…AMORE…? Da quando le due parole possono convivere nella stessa frase di senso compiuto?

Home

“Elisa, uccisa per amore”. UCCISA…AMORE…? Da quando le due parole possono convivere nella stessa frase di senso compiuto?

10 Settembre 2019

Elisa, ennesima vittima di “amore”!

Amare, Signore e Signori, vuol dire volere il bene dell’altro, qualunque esso sia. Amare vuol dire lasciare l’altro libero di scegliere ogni giorno se andare o se restare. Amare vuol dire gioire della felicità dell’altro. Amare vuol dire spingere l’altro verso la direzione dei suoi sogni. Amare vuol dire essere profondamente connessi con l’altro, oltre i limiti di spazio e tempo! Amare non vuol dire mai e poi mai, possedere, controllare, togliere, pretendere, giudicare, proibire, minacciare, violentare, UCCIDERE!!!

Non ne posso più di tali stronzate! Non ne posso più, nel 2020, di sentire ancora di definizioni personalizzate di “amore”! L’amore è uno solo, l’amore non ha interpretazione, l’amore non ha giustificazioni, l’amore è insindacabilmente AMORE! Non accetto che ancora oggi, quelli che dovrebbero essere coloro che ci raccontano il mondo tramite uno schermo, si arroghino il diritto di cambiare le carte in tavola e di giocare a scopa barando! Amore non fa scopa con nient’altro che non sia Amore e Amore vuol dire accettare l’altro per ciò che è, un essere libero di amarci a sua volta o meno!

Viaggio in solitaria da sempre e vivo in camper da sola da ormai un anno e il timore di tante donne, e non solo, sembra essere “non hai paura a stare da sola?”

Onestamente? Onestamente no, non ho paura a stare da sola, ma avrei paura a stare con chiunque.
Ho paura di stare con qualcuno che non mi ama davvero, ho paura di compromettere la mia libertà e la mia serenità per qualcosa che viene definito amore. Ho paura di ritrovarmi accanto un uomo che crede di amarmi perché vuole che sia sua e solo sua. Ho paura di aver paura di essere me stessa e di dover scendere a compromessi anche piccoli per essere amata. Ho paura di dover subire pretese, possessività, violenza psicologica, verbale, fisica da colui che invece dovrebbe alleggerire i miei momenti difficili, anzi, ho paura che i miei momenti più difficili siano proprio quelli con lui, con lui che dovrebbe avvolgermi in un abbraccio caldo e rassicurante quando mi sento vulnerabile. Ho paura di sentirmi sola accanto ad un uomo! Ho paura di non riuscire ad uscire da una situazione pesante, angosciante ed ho paura di perdermi per non ritrovarmi più. Ho paura di svegliarmi ogni giorno senza sorriso e di andare a dormire con ansia e tachicardia. Ho paura che il suo “amore” non sia un amore sano, ma un amore malato ed ho paura che un giorno, uno qualunque, egli possa decidere serenamente di uccidermi per “amore”!

Non abbiate paura di stare, rimanere, viaggiare da sole!

Non abbiate paura della solitudine, abbiate paura di stare con chiunque, abbiate paura di accontentarvi, abbiate paura di chi vi dice “sei mia”, abbiate paura di chi vi dice “perché io ti amo”, in quanto in amore non ci sono “perché”.
Abbiate paura di chi calcola tutto e di chi pretende amore prima di darlo, di chi vi minaccia e vi offende se non ricambiato, di chi vi maltratta psicologicamente e vi ricatta col suo amore, sottraendovelo quando le cose non vanno per come si era prefissato.
Abbiate il coraggio di rimanere, viaggiare, stare da sole e chissà, magari in un giorno d’estate, parcheggerà accanto a voi un altro camper e da li scenderà una persona meravigliosa. Meravigliosa non vuol dire perfetta, sicuramente sarà piena di difetti, una persona con le sue paure, coi suoi timori, una persona con la sua voglia di vivere liberamente la sua vita e che inizierà ad innamorarsi di voi proprio perché in voi troverà la stessa voglia di amare la libertà altrui. Lì e solo lì, la parola Amore farà scopa con la parola Amore!