Patente per guidare il camper: quale serve?

Home

Patente per guidare il camper: quale serve?

18 Dicembre 2020

A volte per scrivere i miei articoli l’ispirazione arriva direttamente dai social network dove sono iscritta. È stato così anche per questo pezzo dedicato alla patente per guidare il camper. Quale ci occorre? Quanti anni bisogna avere per iniziare a guidarlo?

patente per guidare camper

Quest’ultima domanda me l’ha rivolta direttamente Alessandro tramite il mio profilo Instagram. Lui è un ragazzo di sedici anni con le idee molto chiare che mi ha raccontato del suo desiderio di sempre: possedere un camper mansardato. Mi chiede, così, informazioni su quando potrà realizzare il suo sogno!

Tanti giovani vogliono affacciarsi al mondo del camper ma non sanno quale mezzo possono guidare. Soprattutto con la patente B che ha delle limitazioni e che, per superarle, bisogna inesorabilmente passare alla patente C.

A chi è alle prime armi consiglio, comunque, di cominciare con un camper che si può guidare con patente di tipo B: molto più semplice per un neocamperista.

Qualora vedeste che la vita da camper vi piace e che il mezzo comincia a “starvi stretto”, avrete tutto il tempo necessario per iniziare un percorso in autoscuola per patente C o C1 e nel frattempo cercare un nuovo camper più grande!

Ricordo che per ottenere questa tipologia di patente è necessario affrontare un esame teorico e uno pratico e, ad oggi, i costi oscillano dai 500 agli 800 euro (cambiano di provincia in provincia). Adesso mettiamo da parte costi e consigli per dedicarci all’argomento principale: quale patente serve per guidare il camper?

Patente B per guidare il camper

Il Codice della Strada dice che con la patente B si può guidare il camper, ma con una limitazione: la massa complessiva del veicolo non deve essere superiore alle famose “3,5 tonnellate” e si possono trasportare massimo otto persone oltre al conducente.

Al di la di questa limitazione, possiamo trovare una piccola agevolazione nell’articolo 116 che ci tengo a citarvi direttamente dal Codice della Strada: “ai veicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio avente una massa massima autorizzata non superiore a 750 kg. Agli autoveicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata superi 750 kg, purché la massa massima autorizzata di tale combinazione non superi 4250 kg. Qualora tale combinazione superi 3500 chilogrammi, è richiesto il superamento di una prova di capacità e comportamento su veicolo specifico. In caso di esito positivo, è rilasciata una patente di guida che, con un apposito codice comunitario, indica che il titolare può condurre tali complessi di veicoli.”

Neopatentati: a quanti anni si può guidare un camper?

Sempre secondo il Codice della Strada, un neopatentato non può assolutamente guidare un camper poiché esistono anche qui delle limitazioni specifiche: si è stabilito un limite di 55 kW per tonnellata (valore ottenuto dalla relazione tra il peso del veicolo e la potenza del motore) che decade dopo 12 mesi dall’ottenimento della patente.

Nel caso di veicoli di categoria M1, infine, si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Quindi il camper risulta completamente off-limits per il primo anno. Ma non preoccupatevi, vi rifarete di tutti i km persi una volta che avrete via libera!

Calcolare il rapporto potenza/tara con facilità

Per capire come calcolare il rapporto peso-potenza ci sono un paio di operazioni da fare. In primis è importante sapere che per calcolare la potenza specifica bisogna conoscere la massa a vuoto, il peso e la potenza.

Si deve prendere il valore della massa (in kg) a vuoto dell’autovettura, sommarlo al peso del conducente (standardizzato a 75kg) e infine dividere il totale per 1000 così da ottenere la massa in tonnellate. Prendete, infine, la potenza (kW) del motore del veicolo e dividetela per la massa (ottenuta poco prima) per avere finalmente il rapporto peso/potenza!

Ceccato Automobili lo spiega con un esempio pratico tramite il suo sito web.

Patente C o C1 per guidare il camper

Il Codice della Strada nell’articolo 116, comma 3, recita che con la patente C si annulla la limitazione della patente B e si possono guidare camper con massa superiore alle 3,5 tonnellate. È un tipo di patente che può essere presa solo se si ha già la patente B da due anni e da una persona con età minima di 21 anni.

Un’altra soluzione valida è quella di conseguire la patente C1 che è stata introdotta nel 2013 e corrisponde a una forma “semplificata” della patente C. Occorre avere in primis la patente B e la caratteristica principale è quello di poter condurre veicoli fino a 7,5 tonnellate e la possibilità di trainare carrelli fino a 750kg di massa complessiva. 

Entrambe le patenti, però, valgono solamente 5 anni (a differenza dei 10 anni della patente B) e dai 65 anni in su possono essere rinnovate ogni due anni. Nonostante questa piccola differenza di validità, trovo che sia una soluzione valida per quei camperisti che amano camper più grandi e dotati di ogni comfort.

Conclusioni

Abbiamo visto insieme le varie categorie di patenti che ci occorrono per guidare camper più o meno piccoli. Molte persone alle prime armi hanno bisogno di essere consigliati sui passi da fare per iniziare la vita in camper. 

Se, però, siete indecisi sul mezzo da acquistare e su come muovervi dei meandri delle varie patenti, potenze e altro, potete richiedere la vostra consulenza privata, con la quale vi aiuterò con consigli personalizzati, indirizzandovi sul percorso più adatto alle vostre esigenze.

Ringrazio di cuore Alessandro, giovane futuro camperista, che mi ha dato l’input per scrivere questo articolo interessantissimo sicuramente per tanti neo camperisti come lui!

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!