Sicilia in camper: 8 cose da sapere prima di partire

Home

Sicilia in camper: 8 cose da sapere prima di partire

19 Febbraio 2021

Dopo il mio tour in Sicilia ho pensato di realizzare una guida completa elencando, quelle che secondo me dovrebbero essere, le 8 cose da sapere prima di partire per la Sicilia in camper.

Quando si esplora una nuova destinazione è imprescindibile documentarsi in anticipo e gestire nei minimi dettagli gli aspetti logistici. Affrontare la fase di pre-partenza significa, tra le righe, pianificare con cura e fare ricerche certosine.

sicilia 8 cose da sapere

1- Come raggiungere la Sicilia in camper

Arrivare in Sicilia col camper è facilissimo. Basta individuare tra le varie regioni italiane i porti di partenza/arrivo e scegliere i più comodi da raggiungere. I principali porti si trovano a Genova, Civitavecchia, Napoli, Cagliari, Reggio Calabria e Villa San Giovanni. Quelli dove si sbarca invece sorgono a Trapani, Palermo, Marsala, Milazzo, Messina, Taormina Tremestieri, Termini Imerese, Catania, Augusta.

I tempi di navigazione chiaramente variano in base alla distanza tra l’uno e l’altro. Le compagnie marittime che operano collegamenti con la Sicilia sono la Grimaldi Lines, la Tirrenia, la Siremar, la Corsica Ferries, la Caronte, la Snav e le Gnv (Grandi Navi Veloci).

Il modo più semplice per consultare disponibilità e tariffe è navigare sui siti comparativi. Tutti tendenzialmente richiedono di compilare il form di prenotazione indicando: tipo di tratta (se andata/ritorno o solo una) numero di passeggeri, età (se ci sono bambini) porto di partenza, porto di arrivo e, viaggiando in camper, anche tipo di modello e dimensioni del veicolo.

Nave o traghetto da Villa San Giovanni.

Uno dei migliori siti dove prenotare nave o traghetto da Villa San Giovanni è quello della Bluferries (ferrovie dello Stato Italiano). Non tutti lo conoscono e non tutti sanno che sul mercato rappresenta una delle soluzioni più competitive. Chi prenota passando per la Bluferries non solo troverà prezzi vantaggiosi ma anche pochissime file agli imbarchi (leggi mai).

sicilia 8 cose da sapere

Ultima informazione ma non per importanza è che, viaggiando con la Bluferries, si potrà sbarcare, oltre che al porto di Messina, anche a quello di Tremestieri (vicino Taormina); questo gli darà modo di risparmiare benzina, chilometri e tempo.

2- Stagione per visitare la Sicilia

Sicilia in camper d’inverno, si o no?

Per visitare la Sicilia non esiste la stagione più indicata. È chiaro, essendo una terra di mare, è più frequente che attiri a sé nei mesi caldi. Posso confermare personalmente che anche sceglierla come meta per svernare non è affatto male. È meno caotica, si riesce a girare meglio e sotto l’aspetto del freddo non è poi così rigida perchè è una regione che da dicembre a febbraio gode di un clima mite. Le precipitazioni sono ridotte e le temperature severe sono sporadiche.

Sicilia in camper: autunno, primavera e estate

Ci sono poi l’autunno e la primavera, due stagioni tiepide e soleggiate, perfette per realizzare un viaggio da sogno. In questo periodo di solito il turismo è presente ma non invade e ci si può dedicare ad escursioni che in estate/inverno potrebbero risultare troppo limitanti (per via di caldo, freddo, pioggia, ecc) o care.

Oltre a passeggiare in riva al mare e rilassarsi al suono delle onde, si può fare visita ai borghi, ai parchi, ai musei e alle città d’arte. Alcuni borghi affacciano sul mare, altri si trovano nell’entroterra. Lascio un articolo dove approfondire 4 borghi bellissimi della Valle d’Agrò. Stessa cosa vale per le città. La Sicilia è una regione ricca di cultura e storia che meritano di essere approfondite.

taormina

D’estate, è sottinteso. Le meravigliose protagoniste saranno le spiagge, le calette e le isole. La stagione calda si presta bene alle gite in barca, ai tour in catamarano, alla scoperta delle bellissime acque cristalline della costa. Contro? Difficoltà di fare sosta libera e giornate a volte molto calde!

3- App utili per chi viaggia in Sicilia

Considero le App degli ottimi strumenti risolutivi che un viaggiatore dovrebbe sempre avere a portata di mano. Ce ne sono tantissime disponibili gratuitamente, non solo per visitare la Sicilia ma anche per trovare parcheggi e aree sosta più vicine, ordinare pranzi o cene a domicilio, scaricare guide.

Socialfood.it (Sicilia in camper e servizio delivery)

Stai esplorando la Sicilia in camper, cerchi un buon ristorante ma di scendere dalla tua casa mobile proprio non se ne parla? Nessun problema. Ci pensa Socialfood!

app utili per chi viaggia

Socialfood è un’App gratuita, disponibile su App store e Google Play, che permette di ordinare a domicilio un pranzo o una cena gourmet, scegliendo tra i migliori ristoranti siciliani. Il servizio opera nelle principali città.

Per scegliere e ordinare con Socialfood è semplice. Ci si geolocalizza, si sceglie il ristorante, si consulta il menù e si salva la propria carta di credito. Una volta effettuato l’acquisto si potrà tracciare l’ordine seguendo in tempo reale l’avanzamento del rider addetto alla consegna.

Minube – I luoghi più belli della Sicilia in camper

Minube è un’applicazione compatibile per Ios e Android. Nasce per dare ispirazione a chi viaggia grazie soprattutto alle raccomandazioni ed esperienze di altre persone. Scaricando Minube è possibile rivivere le emozioni di un viaggio, riordinare foto, video, date e località visitate e tracciare vecchi itinerari percorsi. In fase di pianificazione del viaggio, invece, consente di individuare i migliori ristoranti dove mangiare, i luoghi più belli da visitare: tutto tramite cartina!

Sicilia Archeologica

La Sicilia come già detto è una terra piena di cultura, monumenti, parchi, teatri antichi e siti archeologici. Sicilia Archeologica è un’applicazione che permette di visionare tutti i siti archeologici presenti in questa regione, capire le modalità di visita e quelle di acquisto ticket.

sicilia 8 cose da sapere

4- Aree sosta in Sicilia

Esplorare la Sicilia in camper è facile? Trovare aree sosta in libera o attrezzate invece? La risposta è si, vivere la Sicilia in camper è fattibilissimo. In Sicilia ci sono tantissime aree sosta attrezzate: agri-camping, campeggi sul mare ma anche aree libere dove fermarsi a dormire per una o più notti. Per trovare quella più indicata alle proprie esigenze esistono due modi. Il primo è fare ricerche online, scrivere all’interno dei forum, fare domande sui siti Q&A o approfondire recensioni di altri viaggiatori. Il secondo metodo, decisamente più veloce, è scaricare delle App specializzate, nate appositamente per pianificare e raggiungere mete.

A tal proposito vi lascio un articolo dedicato alle 10 applicazioni per camperisti da scaricare assolutamente, all’interno del quale troverete applicazioni che segnalano aree di sosta, strutture e circuiti di agriturismi dove soggiornare gratuitamente per 24 ore.

5- Randagismo in Sicilia

In Sicilia e nelle isole dei dintorni sfortunatamente esiste un fenomeno che ancora rappresenta una dura sfida da risolvere: il randagismo (felino e canino). Ma quale dovrebbe essere l’atteggiamento più corretto da assumere nel caso in cui si incontri un cane randagio per strada?

Ecco una sorta di vademecum da tenere a mente nel caso in cui si incappi in situazioni del genere:

randagismo

-Se lanimale è docile e si fa avvicinare controllate se possiede una medaglietta con un numero di telefono o un tatuaggio (all’interno dell’orecchio o sulla coscia).

-Non contattate i canili! In realtà verrebbe spontaneo farlo ma i primi recapiti a cui rivolgersi dovrebbero essere quelli dei Vigili Urbani o delle guardie zoofile. Se l’animale è ferito si possono contattare i veterinari delle Asl provinciali.

Se i Vigili Urbani o le guardie zoofile dovessero rifiutarsi di intervenire è importante sapere che, secondo la norma regolata dalla Legge 281/91, sono obbligati a prestare soccorso. Lascio qui il link alla normativa così da approfondire eventuali dettagli.

Rispettando queste procedure i cani dotati di microchip/tatuaggio potranno essere restituiti ai padroni, quelli non riconosciuti invece verranno portati presso i canili, curati ma soprattutto sottratti ai pericoli della strada.

6- Mezzi di trasporto

Sicilia in autobus

Come muoversi utilizzando i trasporti urbani in Sicilia? Una cosa importante da sapere è che i mezzi pubblici variano da provincia a provincia. Muoversi in città o raggiungere altre province è fattibile grazie alle linee locali pubbliche urbane ed extraurbane. Le province siciliane in tutto sono nove:

E qui vi lascio una prima raccolta dove trovare i siti dei trasporti urbani ed extraurbani pubblici relativi a ciascuna di queste città:

Sicilia in treno

Un altro collegamento pratico e rapido per muoversi in Sicilia è il treno. Tutte le province sono ben collegate, alcune hanno linee più veloci (es Messina, Palermo e Catania) altre risultano ancora poco regolari.

treno sicilia

Oltre ai treni provinciali ci sono anche quelli turistici. Tra questi:

Il treno del Barocco: opera le tratte Siracusa-Ragusa, Siracusa- Modica, Siracusa-Comiso nel periodo estivo (luglio-settembre)

Le Ferrovie Circumetnea (FCE): una linea ferroviaria che copre il percorso Catania-Giarre, con diverse fermate intermedie. Copre quasi interamente il perimetro del parco del vulcano Etna.

Il Treno dei Templi: è una linea che effettua la tratta da Agrigento-Porto Empedocle. Questo treno normalmente viene preso per raggiungere il Parco Archeologico della Valle dei Templi, il Giardino della Kolymbethra e la Scala dei Turchi.

Il Treno del Mito : è un treno che effettua la tratta Catania-Taormina e permette di visitare il Teatro Antico di Taormina.

7-Piatti tipici siciliani

Il cibo in Sicilia è abbastanza economico, infatti spesso vale la pena cenare o pranzare fuori. La cucina sicula è gustosa e provare le specialità regionali sarà un’esperienza unica. Per risparmiare qualcosina e mangiare con appetito ci sono i cosiddetti piatti da street food, da acquistare a take-away presso chioschi, pizzerie o bar e gustare seduti in spiaggia, mentre si passeggia o in camper.

Ecco alcuni dei principali nomi da annotare:

arancini siciliani, dei succulenti fritti ripieni di riso ragù di carne e piselli, –panelle di ceci, delle frittelle realizzate con farina di ceci servite in mezzo a due fette di pane ricoperte di sesamo,

stigghiole per gli amanti della carne il top, degli spiedini di carne conditi con prezzemolo e cipolla.

Passando ai principali piatti da street food dolce invece troviamo

-i cannoli siciliani e le cassate, dei gustosi e morbidi dessert ripieni di ricotta e scaglie di cioccolato o canditi, spesso ricoperti da granola al pistacchio e/o canditi all’arancia,

cannoli siciliani

-le brioche calde abbinate alla granita. In Sicilia rappresentano la combo vincente, oltre che un MUST, da gustare in qualsiasi momento della giornata partendo dalla colazione.

Al ristorante invece le pietanze siciliane tipiche più frequenti sono:
la caponata di verdure, ovvero un piatto saporito a base melanzane, sedano, cipolla, olive verdi e capperi;
il pane cunzatu caratterizzato da pane tostato ricoperto di pomodoro fresco, caciocavallo, acciughe e olio
– la pasta alla norma, molto conosciuto, è un primo piatto succulento a base di melanzane, ricotta salata e pomodori.

-8 Informazioni e consigli vari

In questo ultimo paragrafo inserisco una carrellata di consigli vari che potrebbero tornare utili per la prossima vacanza in Sicilia:

-Per fare visita alle Isole Eolie: Lipari, Salina, Vulcano, Panarea, Stromboli, Alicudi e Filicudi il porto più comodo da cui partire è Milazzo. Da qui partono traghetti e aliscafi tutti i giorni dalla mattina alla sera.

-Dalla Sicilia è possibile raggiungere anche Malta e Lampedusa. In base ai periodi e a dove vi trovate, potrebbe essere un’idea farci una scappata di qualche giorno. 

– in Sicilia, una delle parole d’ordine è “sport all’aria aperta”. Sono tantissime infatti le attività sportive da poter svolgere a contatto con la natura: Kitesurf, surf, snowboard e sci, escursioni, immersioni, Mountain bike, parapendio, e molti altri.

-Il Siciliano è un dialetto che varia a seconda delle province. In alcune parti della Sicilia è più stretto, in altre è più o meno comprensibile. Alcuni termini siciliani nascono dopo aver subito influenze interculturali arabe, francesi, latine, tedesche e greche.

-La Sicilia è una regione ricca di eventi, ricorrenze, festività e sagre. Le manifestazioni variano in base alle stagioni e alle province. Elencarle tutte sarebbe impossibile così ho pensato di lasciarvi un sito dove reperirle a seconda del periodo.

Conclusioni

Prima di lasciarvi ci tengo a specificare una cosa. Sulla scia dell’articolo dedicato ai consigli sul Marocco in camper anche qui vorrei sottolineare che tutti i suggerimenti sono stati valutati sulla base di esperienze e necessità personali che potrebbero naturalmente divergere da quelle di altre persone.

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!