Stile minimalista in camper: meno oggetti e più felicità

Home

Stile minimalista in camper: meno oggetti e più felicità

21 Marzo 2021

Viaggiare o vivere in camper è uno dei modi migliori per mettere in pratica ed esercitarsi in uno stile di vita minimalista.

Gli spazi ristretti con cui si deve convivere a bordo di questo mezzo ci fanno capire quali siano le cose veramente importanti da avere con noi e quali invece possiamo lasciare andare.

In questo articolo rifletteremo su come si possa introdurre la filosofia del minimalismo all’interno della nostra quotidianità vivendo su quattro ruote. Parleremo poi del downsizing e dell’importanza di ridurre al necessario il numero degli oggetti che possediamo. Infine andremo nella pratica, vedendo come si possono organizzare al meglio gli  spazi all’interno di un camper.

Se l’argomento ti ha incuriosito e ti stai chiedendo come potresti adottare anche tu questo stile di vita in viaggio continua a leggere! 

Stile minimalista, possedere meno oggetti per avere una vita più felice

Ogni giorno siamo circondati da tantissimi oggetti. Magari alcuni non li utilizziamo da tempo e sono anni che stanno fermi a prendere la polvere. Troppo spesso ci lasciamo condizionare dalla società e da un eccessivo consumismo, finendo con il comprare cose che non ci servono realmente. Ad esempio vestiti che magari indossiamo una sola volta e poi lasciamo nell’armadio. 

Ci ritroviamo così, senza esserne veramente consapevoli, in un loop da cui facciamo sempre più fatica ad uscire, tendendo ad accumulare in continuazione oggetti di cui potremmo fare a meno. Non c’è da stupirsi poi, che molte persone si ritrovano letteralmente “ sepolte in casa”.

Tutto questo eccesso di beni materiali che possediamo a lungo andare però può creare disordine e confusione nella nostra vita. La nostra mente è talmente occupata da pensieri e preoccupazioni inutili che non trova più spazio per meravigliarsi e a gioire davanti ad un tramonto o ad un paesaggio bellissimo, ad un abbraccio sincero e in generale alle piccole cose di ogni giorno. Presi dalla frenesia quotidiana finiamo con il dimenticarci che per essere felici non serve molto e che le cose più importanti nella vita non sono oggetti

Per approfondire il tema del minimalismo ti consiglio di dare un’occhiata al sito http://www.theminimalists.com/ dove potrai trovare molti altri spunti interessanti a riguardo. 

A volte dobbiamo semplicemente imparare a lasciare andare tutto ciò che non ci serve per concentrarsi su quello che vale veramente la pena. Uno dei modi più semplici di farlo è andando a vivere in camper! 

Downsizing: uno degli step fondamentali per diventare fulltimers 

Tra gli step fondamentali per diventare fulltimers , e vivere a tempo pieno on the road  a bordo di un camper c’è sicuramente quello del downsizing, che tradotto in italiano significa ridimensionamento

Come abbiamo detto anche all’inizio di questo articolo, gli spazi in un camper sono più piccoli rispetto a quelli di un appartamento o di una casa  e dovrai quindi essere pronto a ridurre i tuoi beni prima di iniziare questa avventura su quattro ruote. 

Chiediti cosa ti serve veramente, di cosa non puoi proprio fare a meno e ciò che ti fa stare bene. Quali sono gli oggetti e gli accessori davvero indispensabili da avere in camper?  Immagina di dover preparare uno zaino per una camminata in montagna. Più riempi lo zaino e più pesante e faticoso sarà da trasportare. Meno lo riempi e più leggero sarà il tuo cammino. La stessa cosa vale per il tuo camper: non stiparlo con cose che lo appesantirebbero e basta

Una volta che avrai capito quali sono gli oggetti essenziali che ti accompagneranno durante il tuo viaggio, non ti rimane altro che vendere, regalare o donare in beneficenza tutto ciò che non ti serve più. 

Ricordati che lasciar andare il superfluo nonostante potrà sembrarti difficile e doloroso all’inizio, ti regalerà grande gioia e serenità in futuro ed è un passo importante per iniziare ad intraprendere uno stile di vita minimalista.

Le tre regole d’oro:

1- Ogni volta che vorrai fare un acquisto o deciderai di aggiungere un nuovo oggetto all’interno del tuo mezzo, chiediti sempre se è una cosa di cui hai realmente bisogno. Se la tua risposta è no allora non la acquistare, non pensarci troppo.
2- Compra un oggetto solo per sostituirlo nel caso si rompa e non sia proprio possibile aggiustarlo. Possedere il doppio di ogni cosa non solo spesso è inutile, ma vuol dire anche doppio spazio occupato e doppio peso in camper. 
3- Se non usi qualcosa per più di 12 mesi, probabilmente non ti servirà mai più. Pensa bene se è il caso di continuare a portarsela dietro o magari è meglio disfarsene regalandola, vendendola, barattandola o buttandola.

Passiamo ora ad un aspetto più pratico. Come possiamo organizzare al meglio lo spazio all’interno del nostro camper?

Organizzare lo spazio in camper in perfetto stile minimalista 

Tenere in ordine gli ambienti in cui si vive è fondamentale e l’organizzazione dello spazio in camper è un aspetto da non sottovalutare. Vivere in un ambiente ordinato fa un’enorme differenza. L’arte del riordino infatti va a braccetto con la filosofia e lo stile di vita minimalista e non a caso si dice che se c’è ordine all’esterno, c’è pace all’interno

Avendo meno oggetti a bordo di un camper rispetto ad un appartamento o ad una casa si ha il grande vantaggio di risparmiare del tempo prezioso per quanto riguarda l’ottimizzazione degli spazi. E’ comunque importante però prendersene cura, tenerli puliti,ordinati e organizzati in base alle proprie necessità.

Ogni cosa ha il suo posto e ogni posto la sua cosa. Questa è la regola d’oro che si dovrebbe seguire per organizzare al meglio il proprio mezzo; che non significa diventare maniaci del pulito o persone ossessionate dal perfezionismo, ma semplicemente creare il giusto equilibrio e armonia nell’ambiente in cui si vive. 

Leggi l’articolo sull’organizzazione degli spazi in camper presente sul blog per approfondire l’argomento.  

Less is more

Meno è meglio 

In conclusione possiamo dire che il minimalismo è tutta una questione di lasciare andare; non solo oggetti, ma anche preoccupazioni e pensieri inutili. Scegliere di intraprendere questo stile di vita non significa non possedere più nulla, diventare poveri o vivere come eremiti ai confini della società, come spesso si pensa nell’immaginario collettivo.

Essere minimalisti piuttosto vuol dire essere grati e felici per quello che si ha già, diminuendo tutto ciò di superfluo si possiede per concentrarsi sull’essenziale e su ciò che ci rende veramente felici. E la felicità sta sempre nelle piccole cose. Come dicono in inglese quindi  less is more, meno è meglio.

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!