Gli indispensabili della valigia: cosa portare sempre in viaggio

Home

Gli indispensabili della valigia: cosa portare sempre in viaggio

24 Luglio 2021

Quali oggetti, seppur banali, si possono invece rivelare indispensabili da mettere nella valigia di una globetrotter in viaggio?

Dopo aver parlato dei consigli per la sicurezza in viaggio e di eventuali oggetti utili a tal fine, dei libri che ci possono accompagnare o anche preparare prima della partenza; oggi parliamo di quegli oggetti che possono davvero essere utili in più occasioni e che è meglio non lasciare a casa quando si viaggia, indipendentemente che si vada in montagna, al mare, in città, col camper, a piedi, in volo o in monopattino.

Tea tree – olio esenziale

Antibiotico, antibatterico, antivirale e antifungino ad ampio spettro: è versatile e si può usare in mille modi. Serve per disinfettare punture d’insetti (una goccia anche pura sulla pelle, ma attenzione, è uno dei pochi che si possono usare puri e sempre in caso di pelli non particolarmente sensibili o reattive, altrimenti va diluito in qualche goccia di olio vettore o in una noce di gel d’aloe vera). Si può aggiungerne una goccia al dentifricio per aumentare l’azione antibatterica in caso di infiammazioni o afte o diluito nel collutorio per fare degli sciacqui (sempre una goccia). Aiuta per tosse e raffreddore se preso ai primi sintomi. Utile per funghi, verruche, herpes. Insomma in una piccola boccettina praticamente sta quasi tutto il pronto soccorso da viaggio: è lui il re degli indispensabili da mettere in valigia!

Gel di aloe vera

Utile per irritazioni della pelle e anche dopo sole o post depilazione. Si presta bene ad essere usato in accoppiata con gli oli essenziali. Si può usare anche sui capelli, sia in sostituzione al gel per modellarli o come impacco pre-shampoo per idratarli spenti e opachi o secchi per l’effetto di sole e mare. E’ importante però sceglierlo puro e senza nessun additivo.

Gli “schiumosi” solidi

Bagnoschiuma, shampoo e balsamo oppure anche il detersivo per piatti per chi è in camper, esistono anche solidi e sono ottimi. Nel caso dei detersivi c’è anche un’alternativa in pasta, molto valida perché con un prodotto puoi pulire..tutto! Ottimo da usare anche a casa, non solo quando si viaggia. Fanno risparmiare spazio perché sono leggeri e non ingombranti, di solito non utilizzano contenitori in plastica e durano tantissimo: sono quindi molto più ecosostenibili! Nessun problema nemmeno nei bagagli a mano di chi viaggia in aereo. Basta emulsionarli con poca acqua e dopo l’utilizzo riporli in una scatolina. Belli, profumati e green!

Foulard/Pareo

Ebbene si, sottovalutato ma spesso salvavita, in diverse situazioni. Tipo? Come lenzuolino di fortuna o federa-cuscino per biancheria non proprio pulitissima. Per difendersi dalle botte di aria condizionata, per entrare in chiese e moschee se abbiamo i pantaloncini corti. Per oscurare delle finestre a luce piena. Per raccogliere i capelli, per usarlo come asciugamano perché magari un telo era troppo ingombrante da portare e…ovviamente per il suo scopo principale ovvero come pareo sulla spiaggia. Dove tra l’altro, legato ad un paio di rami piantati in terra, può diventare anche un parasole di fortuna. Insomma i mille e uno utilizzi del pareo in viaggio lo fanno entrare nel club degli amici versatili e indispensabili da avere in valigia!

Powerbank

Con questo powerbank ci potete ricaricare anche il pc e non solo il cellulare, se per un giorno non si riesce a collegarsi alle prese locali. Utile anche per le camperiste, perché non si sa mai, in caso di problemi con la corrente o comunque per le escursioni giornaliere in giro, quando magari la carica del telefono non basta.

Borraccia

Che sia con filtro o anche senza, magari arrotolabile come questa, sono ottime per avere una riserva d’acqua nelle vostre escursioni e soprattutto aiuteranno a diminuire l’utilizzo della plastica. Lo sapete che in Europa la plastica è stata finalmente abolita? Dal 3 luglio è entrata in vigore la direttiva comunitaria che bandisce prodotti in plastica usa e getta in tutti i paesi membri della Ue.. anche se il nostro paese, tanto per cambiare, è in ritardo..

Per finire, io uso sempre anche un taccuino con su scritti quei numeri base di cui potremmo aver bisogno in caso di problemi, come il numero dell’assicurazione, del blocco carte, ambasciata, un contatto a casa etc. Non confidate solo ed esclusivamente su cellulari, I-pad e company perché in caso di furto ma anche di malfunzionamento, assenza di wifi, etc…poi siete fritte.

Come sempre, buon vaggio!

Autore articolo: Valentina Lazzerini di Vadoafareungiro.it, blog dedicato alle viaggiatrici in solitaria.
Per domande o informazioni più specifiche contattami o seguimi su Facebook e Instagram

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!