Sicurezza in viaggio per donne, ma non solo, in solitaria

Home

Sicurezza in viaggio per donne, ma non solo, in solitaria

20 Marzo 2021

Donne viaggiatrici, un argomento che sicuramente è caro a tutte noi è la sicurezza in viaggio. Viaggiare da sole (o da soli) è più una risorsa che un impedimento e offre più vantaggi che problemi.

Tuttavia è necessario essere consapevoli di noi stesse, del contesto che andiamo a visitare e usare la prudenza, esattamente come faremmo a casa nostra.

Andiamo a vedere insieme quali sono quei piccoli accorgimenti e strumenti che possono essere utili ad aumentare la nostra sicurezza in viaggio. Parliamo di sicurezza a 360° durante un viaggio, che sia in camper, moto, a piedi o in bici.

Come accennavamo, in buona parte sono consigli che vanno bene per tutti, anche per i nostri amici uomini.

Consigli sulla sicurezza in viaggio

Informarsi…prima!

Prima regola imprescindibile è quella di informarsi bene sulla situazione del posto che andremo a visitare leggendo la guida: si, va letta prima e non distrattamente mentre siete in viaggio! Utili anche esperienze di altri viaggiatori che sono già stati nello stesso posto. Al di là di scegliere hotel o parcheggio per il nostro camper e attività da fare, è importante capire quale quartiere o parte della città si addice alle nostre esigenze di logistica e budget. Bisogna rimanere in zone sicure, senza andarsi ad infognare in periferie malsane, mal collegate e mal-tutto, solo per risparmiare pochi euro.

E’ necessario informarsi su eventuali problematiche dal punto di vista socio-politico e anche sanitario. Il web offre molte risorse, ma fra tutte io consiglio di dare sempre uno sguardo al sito del Ministero degli Esteri, a maggior ragione adesso nell’era (o post) Covid. Inoltre è buona regola registrarsi su Dove siamo nel mondo così che, in caso di calamità naturali, crisi politiche o altro, il Ministero sappia subito che siete in zona e possa fornire tutta l’assistenza necessaria.

Bagagli, borse, marsupi, etc…

Ricordatevi di mettere sempre gli oggetti di valore nel bagaglio a mano o in una tasca interna. Se una volta arrivati a destinazione hotel e ostelli non dispongono di una cassetta di sicurezza, portatevi dietro soldi e documenti utilizzando magari una money belt. Stessa cosa se viaggiate in camper cassaforte o un nascondiglio segreto).

Sicurezza per viaggi in autobus o in treno

Se viaggiate in autobus, guardate da che lato caricano il bagaglio e possibilmente sedetevi dalla stessa parte, per poter controllare meglio, alle varie fermate, che lo zaino non scenda “per sbaglio” senza di voi. In caso di lunghi viaggi in treno o in autobus, soprattutto notturni, è una buona idea “allucchettare” lo zaino o il trolley al piede o alla struttura del sedile, in qualche modo. Avrete capito che è importante avere con sé un paio di lucchetti perché si possono rivelare utili in diverse occasioni. Ad esempio anche in alcuni ostelli forniscono armadietti di custodia ma spesso bisogna avere il proprio lucchetto per chiuderlo!

Sicurezza per viaggi in camper o van

Su tutto ciò che c’è da sapere sulla sicurezza in camper o van, ti consigliamo di dare un’ occhiata all articolo che gli abbiamo dedicato.

Documenti

Prima di partire assicuratevi di fare più copie del passaporto e anche dei documenti di viaggio, come i riferimenti dell’assicurazione. Non vanno tenuti tutti insieme ma in più posti. Ottima idea anche quella di fare una scansione e salvarli nella casella di posta oppure farne alcune foto con il cellulare. In questo modo avrete più accessi alle copie dei documenti.

Inoltre avere qualche fototessera di scorta in formato passaporto può semplificare la vita se siete a corto di tempo causa partenza imminente e dovete rifare il documento al volo presso un consolato, come è successo a me in Marocco! Non in tutti i paesi è possibile farsi delle fototessere ovunque in qualsiasi orario.

Attenzione: in alcuni paesi è illegale anche andare in giro senza documenti di riconoscimento originali, quindi informatevi bene.

Soldi e carte

soldi in viaggio

Stessa cosa per quanto riguarda i soldi. Dov’è possibile, cercate di non viaggiare con molto contante e soprattutto di non tenerlo tutto insieme. Per ritirare sono da preferire gli sportelli direttamente collegati ad una banca e non quelli che si trovano nei centri commerciali. In caso di problemi con il ritiro almeno potete entrare subito dentro per risolvere. Per capire la strategia di ritiro soldi considerate bene le commissioni su ogni ritiro. Molto utile viaggiare con prepagate che funzionino su circuiti  internazionali. Bisogna informarsi bene su quali siano le carte maggiormente accettate o se la nostra banca abbia una partnership con le banche locali.

Evitate anche cambi al volo con figuri più o meno loschi che vi si avvicineranno in aeroporto appena arrivate, approfittando dello stordimento, del fatto che siete sole e avete sicuramente bisogno di cambiare. Vi proporranno un cambio che sembra vantaggioso, ma nel 99% dei casi per loro, non per voi! Affidatevi sempre ai cambi o bancomat dell’aeroporto, magari prendendo giusto ciò che vi serve per arrivare in città, dove poi potrete valutare cambi più vantaggiosi.

Attenzione: in alcuni paesi i bancomat sono poco diffusi oppure in alcuni casi, come ad esempio in Iran, non è possibile usare carte in tutto il paese e tutti gli acquisti vanno fatti esclusivamente in contanti.

Una volta in viaggio ci sono poi alcuni oggetti che ci possono aiutare ad aumentare la nostra sicurezza.

Accessori utili per la sicurezza in viaggio

Allarme acustico e spray al peperoncino

Questi oggetti servono anche come dissuasori, spesso anche solo il mostrarli può mettere in fuga i malintenzionati. L’allarme acustico si può tenere a portata di mano, dove sia facilmente raggiungibile con un solo movimento per poter togliere il perno di sicurezza e attivare l’allarme. Alcuni modelli, come quello indicato nel link, fungono anche da mini torcia led. Per quanto riguarda lo spray al peperoncino attenzione perché non tutti quelli che si trovano in commercio sono legali o efficaci. Soprattutto se si viaggia in aereo normalmente non sono accettati nemmeno nel bagaglio da stiva. Ci si deve informare con la compagnia di volo o eventualmente comprarli in loco.

Money Belt

Più sicura rispetto al classico marsupio, che si può comunque indossare per comodità. Però per le cose veramente preziose come soldi e passaporto consiglio la cintura perché la puoi dissimulare meglio ed è difficilmente sganciabile. Ce ne sono di vari tipi, quella che suggerisco è persino impermeabile. Volendo  si può aggiungere anche un polsino, più per questioni pratiche, per riporre qualche piccola banconota, chiavi di sicurezza etc. Utilizzabile quando non volete portarvi cose ingombranti, tipo in spiaggia o se andate a fare jogging.

Torcia frontale

Un altro elemento utile che occupa pochissimo spazio è una torcia a LED Io ti consiglio quella frontale. Ha un elastico e può essere indossata anche sulla fronte lasciando libere le mani. Molto utile in camper, in tenda nel deserto, su un’isola senza elettricità (come è successo a me in Cambogia!). Anche in città dove le vie secondarie talvolta non sono ben illuminate. Insomma in tutte le situazioni  in cui si ha bisogno della luce ma anche di avere le mani libere, possibilmente. Questa torcia è anche ricaricabile via USB ma ne esiste anche la versione a pile.

Conclusioni: consigli sulla sicurezza

Il resto dipenderà dal tipo di viaggio che farete e dalla destinazione scelta. Rimangono i consigli più generici di utilizzare il proprio buon senso e il proprio intuito, come ci suggerivano le altre viaggiatrici in solitaria.

Non camminare da sole in luoghi isolati, soprattutto di notte, non perdere il controllo con l’alcol soprattutto se da sole o con persone appena conosciute. Utilizzare il cellulare per fare foto di targhe facendo credere di inoltrarle a polizia/amici etc. Si può mandare la posizione/indirizzo ad un amico fidato, se si usa Couchsurfing o si è ospitate da qualche locale. In caso di problemi almeno si saprà velocemente la nostra localizzazione esatta.

E poi una preghiera personale. Fate particolare attenzione agli usi e ai costumi del luogo. Questo in alcuni posti può significare anche una sostanziale modifica al modo abituale di vestire, ma ne trarrete vantaggio in termini di tranquillità  e anche di maggior rispetto da parte della popolazione locale. È vero che il turismo ha sdoganato molte cose e che è possibile vestirsi come vogliamo in molti posti, ma non in tutti. E’ comunque buon segno di rispetto adeguarsi alle modalità e ai costumi dei paesi che visitiamo, dopo tutto siamo noi che siamo ospiti nella loro cultura. 

Per quanto riguarda invece la farmacia da viaggio e varie App utili on the road, ne parleremo prossimamente. Stay tuned!

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!