Regno Unito in camper: tutto ciò che c’è da sapere per un viaggio senza brutte sorprese

Home

Regno Unito in camper: tutto ciò che c’è da sapere per un viaggio senza brutte sorprese

07 Gennaio 2024

Sogni di esplorare il Regno Unito a bordo di un camper? Se la risposta è sì, sei nel posto giusto! In questo articolo, condivideremo preziose informazioni e consigli basati sulla nostra esperienza on the road attraverso Inghilterra, Scozia, Irlanda e Galles. Queste informazioni sono fondamentali per pianificare al meglio il tuo viaggio, permettendoti di godere appieno delle meraviglie di queste terre senza preoccupazioni o imprevisti.

Scoprire il Regno Unito in camper è un’esperienza straordinaria, ma è fondamentale essere consapevoli di alcuni dettagli che spesso vengono sottovalutati. Ad esempio, potresti trovarti di fronte a un ponte con altezza indicata in “inches” o scoprire che mancano aree attrezzate per lo svuotamento delle acque nere. Non preoccuparti, questo articolo è la tua guida completa per assicurarti un viaggio sereno e senza intoppi!

Clima: quando e pianificare il tuo viaggio

Il clima del Regno Unito è temperato e umido, caratterizzato da inverni raramente al di sotto dello zero e estati miti con temperature che oscillano tra i 12 e i 20 gradi. Le precipitazioni, frequenti soprattutto in inverno e lungo la costa occidentale, sono generalmente moderate e di breve durata. Il clima è notoriamente mutevole, con cambiamenti repentini in un solo giorno, quindi è essenziale avere sempre con sé un impermeabile nello zaino.

Se desideri minimizzare l’incidenza delle piogge, il periodo ideale per partire è certamente l’estate. Tuttavia, i paesaggi britannici si sposano perfettamente anche con l’atmosfera più cupa dell’inverno.

Come raggiungere il Regno Unito in camper

Per raggiungere il Regno Unito con il tuo camper, hai due opzioni principali:

  1. Traghetto da Calais, Francia, a Dover:
    • Durata del viaggio: circa un’ora e 30 minuti.
    • Prenotazione: non è necessario prenotare con largo anticipo; puoi farlo uno o due giorni prima o recarti direttamente al porto per prenotare il primo traghetto disponibile.
    • Compagnie: puoi scegliere tra Irish Ferries, DFDS e P&O Ferries al questo link.
  2. Eurotunnel – Tunnel ferroviario sotto la Manica:
    • Durata del viaggio: circa 35 minuti.
    • Costo: leggermente superiore rispetto al traghetto.
    • Info e prenotazioni: a questo link.

Nel secondo bisognerà imbarcare il camper sul treno a Calais e si arriverà a Folkestone.

Valuta attentamente quale soluzione si adatti meglio alle tue esigenze. Noi abbiamo optato per il traghetto, attratti dall’idea dell’indimenticabile vista delle bianche scogliere di Dover, mentre ci si avvicina alla destinazione!

Guidare nel Regno Unito: consigli pratici per camperisti

Nel Regno Unito, è possibile guidare un camper fino a 3,5 tonnellate con la normale patente B. Sebbene la guida a sinistra possa inizialmente scoraggiare alcuni camperisti, assicuriamo che, con attenzione e seguendo la chiara segnaletica stradale, diventerà un’abitudine più veloce di quanto immagini.

È essenziale tenere presente le dimensioni del tuo veicolo e convertirle nelle misure inglesi. Incontrare un ponte con l’altezza indicata in pollici potrebbe altrimenti causare confusione. Inoltre, la velocità è misurata in miglia anziché in chilometri, quindi è utile avere sempre in mente le conversioni per evitare di superare i limiti di velocità.

Per semplificarti questa transizione, ecco un breve schema delle corrispondenze tra le unità di misura italiane e quelle britanniche:

  • Altezza del ponte: convertire le dimensioni in pollici.
  • Velocità: calcolare i valori corrispondenti in miglia anziché chilometri.
Misura inglese Misura Italiana
1 inch2.54 cm
1 foot30,48 cm
1 yard91,44 cm
1 mile1,609 km

Seguendo questi consigli pratici, la tua esperienza di guida nel Regno Unito sarà fluida e priva di inconvenienti.

Regno Unito in camper: gestione dei costi

Sterlina vs Euro

Attualmente, la sterlina è più forte dell’euro, rendendo i costi della vita in Inghilterra mediamente più elevati. Tuttavia, la differenza rimane contenuta. L’uso diffuso del bancomat consente transazioni senza la necessità di cambiare liquidità prima della partenza.

Andiamo a vedere ora, nello specifico, i costi che andranno ad incidere di più durante il tuo viaggio.

Autostrade e pedaggi

Molte autostrade sono gratuite, ma alcuni tratti e diversi tunnel e ponti richiedono un pedaggio. Mentre l’Inghilterra ha visto un aumento dei pedaggi, il Galles li sta riducendo e la Scozia li ha addirittura eliminati.

Clean Air Zones

Recentemente, diverse città hanno introdotto pedaggi ambientali in determinate zone, obbligando i veicoli che superano le soglie di emissioni autorizzate a pagare una tassa giornaliera per l’accesso. A Londra, in particolare, sono presenti la LEZ (Low Emission Zone-Zone a Basse Emissioni) e la ULEZ (Ultra Low Emission Zone-Zone a Emissioni Ultra Basse).

Per verificare se il tuo camper può circolare in queste zone e conoscere l’importo della tassa giornaliera, consulta direttamente il sito del governo inglese.

Carburante

I costi del carburante possono variare. In Scozia, dove i distributori possono essere rari nelle zone selvagge, è consigliabile mantenere il serbatoio pieno.

Per quanto riguarda le bombole, è possibile trovarle presso i distributori di benzina o nei negozi di paese. Tuttavia, è essenziale considerare che in ciascun paese del Regno Unito, sia gli attacchi che le bombole possono differire notevolmente. Pertanto, potrebbe risultare complesso sostituire una bombola vuota con una piena e assicurarsi di avere tutti gli adattatori necessari.

GPL nel Regno Unito

Per risolvere questo problema, puoi fare come me e installare una bombola GPL ricaricabile, già dotata di un kit europeo con tutti gli attacchi necessari. Se vuoi saperne di più, dai un’occhiata all’ultimo paragrafo!

Il GPL nel Regno Unito funziona in modalità self-service, e ci sono diverse app come MyLPG che ti aiutano a trovare la stazione di servizio più vicina, evitando così di rimanere a corto di gas.

Costo della spesa nel Regno Unito

Anche per la spesa, è importante tener conto del tasso di cambio tra la sterlina e l’euro. Nei supermercati, in particolare, frutta e verdura possono risultare più costose rispetto all’Italia, mentre è possibile trovare carne di ottima qualità a prezzi molto convenienti.

Cenare fuori può essere piuttosto dispendioso, e ammettiamolo, l’Inghilterra non è famosa per le sue prelibatezze culinarie. Pertanto, ti consigliamo di fare una spesa oculata presso catene come Lidl, Aldi o Tesco, facilmente rintracciabili su tutto il territorio.

Se opti per una cena fuori, ricorda che l’orario tipico è tra le 18:00 e le 19:00. Non sorprenderti se, entrando in un ristorante alle 20:00, ti comunicheranno che la cucina è già chiusa!

Connessione Internet

Tieni presente anche che nel Regno Unito numerosi bar e ristoranti offrono connessione Wi-Fi gratuita, e molti inglesi li frequentano anche per lavorare durante le intere mattinate.

Nonostante il Regno Unito non faccia più parte dell’Unione Europea, attualmente è ancora possibile usufruire delle promozioni stipulate con la propria compagnia telefonica italiana. Tuttavia, è importante notare che la quantità di dati disponibili in roaming potrebbe essere limitata. Verifica attentamente i dettagli della tua offerta e, se necessario, considera l’opzione di acquistare una SIM locale per ottenere più giga. Le offerte saranno approssimativamente in linea con i prezzi italiani.

Se desideri evitare lo stress legato all’acquisto continuo di SIM straniere, puoi optare per la soluzione che abbiamo scelto noi per avere internet Wi-Fi in camper all’estero (link all’ultimo paragrafo).

Sosta libera nel Regno Unito: è possibile?

Nel Regno Unito, così come nella maggior parte dei paesi europei, è possibile praticare la sosta libera seguendo alcune semplici regole di buona condotta. L’importante è evitare le zone con divieti espliciti di sosta notturna “No overnight parking”, ma al di fuori di queste, è permesso parcheggiare senza superare le linee bianche, mantenendosi nel proprio veicolo durante la notte senza invadere gli spazi esterni al camper.

Se desideri effettuare un campeggio vero e proprio, con sedie e tendalino, ci sono aree designate dalla forestale nei parchi nazionali o terreni privati di pub/ristoranti, che consentono la sosta in cambio di una piccola somma o di un pasto consumato nelle loro strutture.

Carico e scarico

I campeggi, seppur ampiamente disponibili, possono risultare più costosi rispetto all’Italia, con una media di 45/50 sterline a notte. Per quanto riguarda le aree gratuite per il carico e lo scarico, park4night è un’utile risorsa per individuare stazioni di servizio che offrono gratuitamente l’uso di acqua e griglie. Nei porti troverai sempre rubinetti per rifornirti gratuitamente d’acqua, e quasi ogni paesino offre servizi igienici pubblici gratuiti per scaricare le acque nere senza inquinare.

Documenti e sanità nel Regno Unito

Passaporto e visto

Per viaggiare nel Regno Unito, assicurati di avere un passaporto valido per l’intera durata del tuo soggiorno. I turisti possono rimanere fino a 6 mesi senza richiedere un visto.

Documenti per il camper

Fondamentali per il viaggio in camper sono la patente di guida, il libretto e un’assicurazione italiana valida. Verifica anche la data di scadenza della revisione, che deve coprire l’intero periodo del tuo viaggio e può essere effettuata solo in Italia.

Sanità

Il National Health Service (NHS) è un sistema sanitario pubblico interamente sovvenzionato dallo Stato e rappresenta il più grande in Europa. Tutti, compresi i cittadini italiani con una tessera sanitaria in corso di validità, possono accedere all’assistenza sanitaria.

Animali domestici

Se intendi viaggiare con animali in Inghilterra, assicurati di seguire attentamente questi accorgimenti per essere in regola soprattutto durante i controlli in dogana che possono essere molto rigidi:

  • deve avere un microchip conforme agli standard internazionali;
  • deve possedere un passaporto europeo valido con certificazione delle vaccinazioni obbligatorie.
  • deve aver ricevuto il vaccino antirabbica almeno 21 giorni prima (per la prima somministrazione) o in corso di validità (se già vaccinato).
  • i cani devono essere trattati contro la tenia tra 24 e 120 ore prima dell’ingresso nel paese, con la relativa registrazione sul passaporto. Alcune eccezioni si applicano se viaggi verso l’Irlanda o se il cane proviene da determinati paesi.

Se dal Regno Unito ti sposterai in Irlanda non sarà necessario ripetere l’operazione, così come per entrare nel Regno Unito. Mentre i cani provenienti da Finlandia, Irlanda, Malta e Norvegia sono dispensati da questa norma.

In Inghilterra, sono vietate quattro razze di cani: pitbull terrier, tosa giapponese, dogo argentino e fila brasileiro.

Convenzioni e itinerari personalizzati per visitare il Regno Unito in camper

Siamo Irene e Giuliano, appassionati viaggiatori e amanti della vita on the road. Dal 2021, viviamo e viaggiamo in camper esplorando l’Italia e l’Europa, in compagnia dei nostri fedeli copiloti pelosi, Ashe e Salem. Collaboriamo con Daniela per aiutare il maggior numero possibile di persone a trovare soluzioni adatte alle loro esigenze.

Regno Unito in camper: tutto ciò che c’è da sapere per un viaggio senza brutte sorprese

Ti lasciamo gli approfondimenti sulla bombola ricaricabile e sul modem Wifi per internet in camper in convenzione con la nostra tessera sconti:

Siamo sempre disponibili per creare itinerari personalizzati che rispecchino le tue preferenze e le tue personali esigenze. Se desideri che costruiamo per te un viaggio su misura, basato sulle tue passioni, contattaci qui per un colloquio gratuito e senza impegno, specificando nella richiesta “Itinerario Regno Unito”, clicca qui:

La felicità è una conquista è disponibile in versione ebook e cartacea dal 21 giugno 2023
La felicità è una conquista è disponibile in versione ebook e cartacea dal 21 giugno 2023

CLICCA QUI!