Come funziona un camper? Le basi che dovresti conoscere

Home

Come funziona un camper? Le basi che dovresti conoscere

14 Maggio 2021

Ti stai chiedendo come funziona un camper? Come si fa ad avere la corrente? Come funziona il frigorifero? Come ci si riscalda?
Hai comprato un camper ma ti senti ancora un po’ inesperto? Oppure ti stai avvicinando a questo mondo ma hai bisogno di alcune informazioni di base per iniziare ad utilizzarlo al meglio? 

Tranquillo, tutti noi camperisti più navigati ci siamo passati; anche noi avevamo gli stessi dubbi e perplessità che potresti avere tu in questo momento. Soprattutto per chi è agli inizi, quello del camper è un mondo tutto nuovo ed è normale farsi tante domande e chiedersi come funzionano certe cose. Quindi non preoccuparti, l’esperienza viene con lo studio e la pratica. Ci sono però alcune conoscenze fondamentali che sarebbe bene conoscere prima di metterti in marcia.

In questo articolo vedremo proprio le nozioni di base riguardanti un camper. I punti essenziali che andremo ad approfondire sono: il funzionamento della centralina, dell’energia elettrica, del gas e infine dell’acqua a bordo del nostro mezzo. 

Iniziamo partendo dal cuore pulsante di ogni camper: la centralina! 

Cos’è la centralina di controllo di un camper? 

Ogni camper ha una centralina di controllo (quasi sempre sopra la porta della cellula), che può essere di diverse tipologie o dimensioni ma dalla quale, principalmente, si svolgono sempre le stesse funzioni: ON/OFF della corrente elettrica e della luce esterna, attivare o disattivare la pompa dell’acqua, verificare il livello di riempimento dei serbatoi e della carica delle batterie. 

Una volta accesa si può tenere sotto controllo tutti gli aspetti principali a bordo del veicolo e i simboli disegnati al suo interno ne rendono l’utilizzo molto intuitivo. 

Come arriva la corrente elettrica? 

Come si fa ad avere l’elettricità quando si è fermi o in sosta libera e non si ha la possibilità di collegarsi ad una presa elettrica, come in un campeggio ad esempio? La risposta è: la batteria! Tutta l’elettricità infatti arriva dalla batteria del camper che va a 12v. Ci sono in realtà 2 tipi di batterie: quella del motore e la batteria servizi (quindi delle utenze della cellula). 

Tutto ciò che richiede energia per funzionare sempre, anche in sosta libera, solitamente va a 12v (televisione, luci, ventole, prese USB o accendisigari, alcuni tipi di condizionatore, etc.). Per utilizzare le prese a  220v dovrai collegarti alle colonnine tramite il giusto cavo oppure equipaggiarti con un inverter, un dispositivo che ti permetterà di trasformare la corrente della batteria servizi a 12v in corrente a 220v. L’inverter ha una presa 220v già integrata alla quale potrai collegare tutto ciò che ti serve come ad esempio il frullatore, rasoio, asciugacapelli, macchina fotografica o altri dispositivi elettronici. 

La batteria servizi può essere ricaricata dall’alternatore mentre si è in marcia (similmente a quella del motore), attaccandosi ad una presa elettrica a 220v nei campeggi o nelle aree di sosta, oppure dotandosi di pannelli solari

Come arriva il gas ? 

Dopo aver visto come funziona l’elettricità a bordo di un camper, passiamo ora ad un altro aspetto importante, il gas. Come arriva il gas in un camper e cosa va a gas ? Generalmente questo è fornito da due bombole che si possono trovare nel gavone esterno al veicolo o da un serbatoio fisso o da una bombola ricaricabile Gpl.
Di solito il gas è impiegato per l’utilizzo del frigo, della stufa, del boiler per l’acqua calda, dei fornelli e del forno. 
Ricordatevi che è obbligatorio chiudere le bombole mentre il veicolo è in marcia, per evitare spiacevoli incidenti e tutelare la propria sicurezza.

Riscaldamento in camper 

Esistono principalmente due tipologie di riscaldamento in camper che sono le più comuni, quella a gasolio e quella a gas.
Approfondiamo l’argomento in questo articolo.

Frigorifero in camper

Per quanto riguarda il frigo, il più comune in dotazione è il trivalente, che può funzionare a 12v mentre si è in marcia, a 220v quando si è collegati alla colonnina. In commercio si possono trovare anche quelli più moderni a compressore che funzionano sempre a 12v.  

Impianto idrico e wc come funziona in camper? 

L’acqua è una risorsa limitata ma allo stesso tempo essenziale in un camper. A bordo sono presenti due serbatoi: quello delle acque chiare, (acqua potabile che esce dai rubinetti), e quello delle acque grigie (scarico dei rubinetti e della doccia). A queste due si aggiunge anche la cassetta chimica del wc, che raccoglie le acque scure o nere o, nei camper più datati il wc nautico (serbatoio di raccolta esterno al camper). In generale la capienza del serbatoio dell’acqua pulita è di 100 litri ma può essere estesa fino a 200. Tramite una pompa a 12v, questo fa arrivare l’acqua nei rubinetti, nella doccia e al wc. 

Di volta in volta i serbatoi vanno riempiti e svuotati negli appositi camper stop, aree sosta o campeggi, presenti praticamente ovunque . E’ il momento del cosiddetto “carico e scarico“.

Acqua calda in camper 

L’acqua calda per farsi la doccia e per qualsiasi altro utilizzo è possibile ottenerla attraverso un boiler che riscalda l’acqua e permette di regolarne la temperatura desiderata.
Normalmente questi boiler funzionano a gas e riscaldano circa 10 litri d’acqua. 

“Come funziona un camper?” Ora lo sai! 


Ci sarebbero ancora moltissime questioni da approfondire per rispondere alla domanda  “ Come funziona un camper?”, ma oggi abbiamo visto quelle principali.
Ora sei pronto a scegliere il camper giusto per te.

Se l’articolo ti è stato utile e vorresti saperne di più, non perderti gli altri presenti sul blog. Ti invito inoltre a seguire il mio canale youtube “Mollo tutto e vado a vivere in camper” (all’interno del quale è presente un video di approfondimento sul funzionamento di un camper)  e la relativa pagina Instagram dove potrai trovare tanti spunti interessanti e rimanere sempre aggiornato.

Hai ancora dubbi?

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!

PRENOTA SUBITO!